• questo è il titolo

Applicazioni cliniche

L’ approccio diagnostico in biopsia liquida dà possibilità agli oncologi di avere, in ogni momento e in modo non invasivo, l’ esatto assetto mutazionale del tumore.

Fornisce pertanto un quadro dell’ eterogenietà tumorale in tempo reale.

In aggiunta o in sostituzione alla biopsia classica l’ approccio in biopsia liquida ha enormi vantaggi garantendo adeguatezza delle terapie, monitoraggio costante e la detection precoce di resistenza farmacologica.

- Monitoraggio Continuo

La biopsia liquida fornisce informazioni cliniche rilevanti ad ogni stadio della patologia, dalla diagnosi precoce, alla scelta terapeutica e all’ adattamento della stessa, fino al monitoraggio della malattima minima residua.

- Tipizzazione Molecolare

La biopsia liquida consente una comprensione dei meccanismi genetici della patologia molecolare smascherando in tempo reale, i momenti in cui il tumore diventa non più sensibile ad un farmaco.

- Monitoraggio Carica Tumorale

La carica tumorale, ovvero la quantità di ctDNA , è un indicatore prognostico e di efficacia della terapia.
In biopsia liquida è possibile un moniotoraggio prima, dopo e durante i cicli terapeutici per valutare la risposta personalizzata al farmaco.

- Malattia minima residua e trattamento terapeutico personalizzato

Il monitoraggio del ctDNA e delle mutazioni tumori specifiche consente di valutare la persistenza di malattia minima residua e di pianificare in anticipo il piano terapeutico in caso di recidiva.

Seguici

Seguici